Scuola secondaria di I Grado

Legge forestale del 1923, art. 104: "E' istituita la Festa degli alberi. Essa sarà celebrata ogni anno nelle forme che saranno stabilite in accordo fra i Ministri dell'Economia Nazionale e dell'Istruzione Pubblica"

La festa degli alberi rappresenta una delle più antiche cerimonie forestali che la tradizione nazionale eredita da culture lontane nel tempo. L’usanza di festeggiare la natura nel suo elemento più rappresentativo nasce infatti dagli antichi greci. In tutti i Paesi del mondo oggi si dedica un giorno dell’anno, per questa ricorrenza con lo scopo di infondere nei giovani il rispetto e l’amore per la natura e per la difesa degli alberi.

In Italia la prima “Festa dell’albero fu celebrata nel 1898 e dal 2010 questa ricorrenza cade il 21 novembre di ogni anno

La “Festa degli Alberi”, assume oggi più di sempre, un valore eccezionale per le sue finalità educative e rappresenta un importante strumento per creare una sana coscienza ecologica nelle generazioni future, che si troveranno ad affrontare emergenze ambientali sempre nuove e su scala globale.

In quest’ottica, le scuole sono chiamate a portare avanti progetti sempre più innovativi che richiamino e valorizzino il fine ultimo educativo della ricorrenza. Non poteva mancare quindi il Convitto di Cagliari, il cui spirito ambientalista, e’ da sempre tra i valori più importanti e riconosciuti!

Il 21 dicembre 2018  gli alunni  delle classi prime della scuola secondaria di I grado del Convitto, hanno aderito con altri istituti scolastici, al progetto cagliaritano per la riqualificazione ambientale del borgo nuovo di San Bartolomeo, che prevede la creazione di un giardino da destinare alle famiglie della zona, ma anche a tutti gli altri bambini

I nostri ragazzi  muniti di rastrelli, palette e innaffiatoi e aiutati dalle mani sapienti degli operai del Servizio Verde pubblico e dei volontari di Legambiente, si sono divertiti a piantare  ciascuno un piccolo albero, identificato da una etichetta personale, che andrà ad incorniciare ed impreziosire questa bellissima parte della città. 1000 alberi che andranno a creare un angolo di relax sempreverde nel centro della città.

«Il mio ringraziamento va agli insegnanti e ai dirigenti scolastici, per il lavoro svolto durante l'anno, mostrando ai più piccoli l'importanza della cura dell'ambiente. Perché ogni azione rappresenta un dovere che ciascuno di noi deve compiere». ha dichiarato l'assessore Paolo Frau che, ha tenuto a ringraziare il Convitto per la sua presenza, ricordando i 400 anni della sua istituzione

Prossimo appuntamento da segnare in rosso nel calendario, il 19 Gennaio 2019 quando, gli alunni presenteranno il progetto "Noi, Gli alberi, i Libri", durante il quale alla presenza del Rettore e di rappresentanti  del Rotary Cagliari Est, della Lega Ambiente e del Lions Club (patrocinatori del progetto), pianteranno 4 querce nei giardini di via Pintus, a simboleggiare i 400 anni di fondazione del Convitto Nazionale di Cagliari.

Articolo scritto da Bernardetta Usai