Scuola secondaria di I Grado

"Quanto è bello camminare! Ricordo che fin da piccolo adoravo camminare, fare quelle lunghe passeggiate per Via Garibaldi, arrivare fino al Bastione per poi percorrere la discesa di Via Manno sino al Largo Felice e Via Roma. Da lì potevo poi ammirare il mare splendido e luccicante, le barche in porto e i bianchi gabbiani. Il sole primaverile è qualcosa di spettacolare, durante le camminate, è come un amico sempre pronto a confortarti e a darti speranza. Così mi sono ricordato una cosa: «Matté, mi raccomando prendi l’ombrello».

«Sì, nonno», fa Matteo con la sua voce squillante da ufficiale dei Marines. E subito dopo lo vedo scendere le scale in fretta e furia, per poi piantarsi davanti a me e alla porta, quasi con il fiatone. Appena usciti, Matteo ha aperto l’ombrello, e no, non stava piovendo, il sole di oggi è troppo forte ed è pericoloso per la pelle, ormai dal 2060 era obbligatorio non esporsi troppo.

Quello che resta della spiaggia del Poetto, è molto vicino a casa, basta fare due passi e ci si arriva. Il mare si riconosce appena, adesso è una infinita distesa di plastica che ondeggia lentamente con una calma inquietante fino ad arrivare alla costa..."

 

Un estratto del racconto, dal titolo Una passeggiata in spiaggia, con il quale la classe 3^A della Secondaria di I grado ha vinto, per la sezione narrativa, il concorso "Attitude Ocean Award”, premio nato dalla collaborazione fra la Fondazione MEDSEA e COR36, organizzatore della PRADA Cup. Il concorso, inizialmente legato alla tappa cagliaritana della World Series, in seguito annullata a causa dell'emergenza Covid, ha promosso un percorso di educazione e sensibilizzazione sui temi della salvaguardia e della fruizione sostenibile del mare.

Referente dell'attività la prof.ssa Federica Satta.